Partecipa a Terracina Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Conferenza stampa nazionale "Storie d’Europa tra pietre angeli e Vini" dà il via alla terza parte del Festival del Libro

Condividi su:

Si terrà sabato 3 settembre alle ore 11.00 la Conferenza Stampa Nazionale della terza fase della 9° edizione di DUINO BOOK Storie d’Europa, tra Pietre, Angeli e Vini, a Borgo Hermada nel Comune di Terracina, che ha avuto un anteprima domenica a Sequals con l’evento “il Vin in Tal Cjasas di una Volta”.

DUINOBOOK #storiedivini in programma da settembre al 3 dicembre 2022 propone conferenze, presentazioni, mostre, concerti, spettacoli, incontri, camminate, fiabe e degustazioni a Duino Aurisina, nel Friuli Venezia Giulia e in alcune Città Italiane e nella vicina Slovenia, a completamento delle due meravigliose prime parti dedicate alle Pietre e agli Angeli, temi che ritroveremo anche nell’ultima fase.

Per il secondo anno consecutivo – ha sottolineato il presidente nazionale del Gruppo Ermada Flavio Vidonis Massimo Romita, abbiamo voluto presentare in anteprima nazionale il Festival del Libro qui a Terracina, rendendo onore alla Sezione del Gruppo Ermada di Borgo Hermada guidata da Luigi Orilia che bene sta operando a livello culturale e storico per la valorizzazione del territorio e per quel rapporto di amicizia con le istituzioni locali (Duino Aurisina e Terracina hanno il patto di amicizia) e le associazioni tra queste l’Ass.Pedagnalonga e i fratelli del TERRACINA BOOK FESTIVAL che proprio in questi giorni si presenta al pubblico terracinese in grande spolvero.

Dopo le prime incredibili sezioni di Duino e Book che hanno caratterizzato i mesi di maggio, luglio ed agosto con importanti eventi digitali ed in presenza con un folto pubblico ed un incredibile seguito mediatico, siamo già immersi nella grande avventura di Storie di Vini che caratterizzerà tutto l’autunno con un intreccio di eventi per approfondire temi diversi, ma che hanno un filo conduttore unico. Il ricchissimo e variegato programma prevede conferenze, presentazioni, mostre e concerti e anche camminate e degustazioni. Duino&book insomma - ha rilevato Romita - sta crescendo nella proposta e nella diffusione di eventi. Un sentito grazie - ha concluso Romita - va alla Regione, agli enti, ai partner e alle realtà associative per il contibuto, il sostegno e la collaborazione forniti".

 Duino Book rappresenta un nuovo inizio, per realizzare un percorso che guardi al post pandemia, declini il festival di quest’anno e avvii una strada per oltrepassare le crisi, alla ricerca di nuovi modi di vivere emozionandosi con la letteratura e ragionando sul ruolo dei giovani e delle donne, partendo dal mito e attraversando la Storia. Attraverso le interviste agli autori, si intende anche soffermandosi sul concetto di parola dove essa attraversa quello di comunità, con un focus che ponga al centro l’Europa e la promozione della cultura transfrontaliera per offrire un futuro di pace e integrazione internazionale. Un’occasione anche per ricordare l’importanza di Nova Gorica e Gorizia unite nel segno di Capitale della Cultura Europea nel 2025, auspicando che questo importante riconoscimento rappresenti un nuovo inizio anche per il nostro territorio. 

Ma anche sull’onda dell’incredibile programma di Duino Aurisina Città Italiana del Vino congiuntamente con le Città del Vino del Friuli Venezia Giulia che ha vinto il titolo tra 500 città del Vino, l’Associazione Nazionale del Vino è partner del Gruppo Ermada e di Duino Book anche per continuare a sviluppare una importante rete di collaborazione tra le istituzioni.

Grandi concorsi letterari inseriti proposti nel nostro programma il Prestigioso Premio Internazionale Rilke promosso con la collaborazione dell’Associazione Poiein che vedrà le premiazioni al Castello di Duino e al Castello di Stanjel in Slovenia, e il Premio Prepotto i Racconti dello Schioppettino ideato dall’Amministrazione Comunale di Prepotto (UD), entrambi alla seconda edizione hanno raccolto la partecipazione di oltre 365 scrittori e poeti. 

Duino Book Storie d’Europa tra Pietre Angeli e Vini, ha toccato e toccherà diverse Nazioni Europee, alla ricerca delle Pietre di Aurisina (nell’ambito anche del progetto Kamen Museo diffuso delle Cave e della Pietra in corso di sviluppo) in particolare toccheremo la Croazia con Spalato, la Slovenia con Lubiana, l’Austria con Graz e l’Ungheria con Budapest, ma anche con storie di Vini, dove tutto il Brda Sloveno sarà protagonista di Storie di Vini. Quest’oggi a Borgo Hermada alla presenza di istituzione partner e amici che hanno voluto condividere con noi questo importante percorso. 

La conferenza è promossa nell'ambito del progetto 9° Duino&Book Storie di Pietre, di Angeli e di Vini 2022 finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (Promozione della Attività culturali - iniziative progettuali 2022 per manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica) dalla Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse, del Lions Club Duino Aurisina,  dalla Finzicarta Sas nell’ambito dell’Art Bonus e nell’ambito di VINI APPUNTAMENTO CON LA STORIA sostenuto dall’Assessorato al turismo della Regione Autonoma Fvg.

 Il programma definitivo e completo sarà disponibile su https://duinobookfestivaldelibro.blogspot.com/

PROGRAMMA COMPLETO

03/09 BORGO HERMADA - CONFERENZA STAMPA NAZIONALE  

24/09/2022 Villaggio del Pescatore -  CALICI IN PIAZZA iniziativa di degustazione dei vini del Carso inserita nel programma di Duino Aurisina Città Italiana del Vino promosso dalla Società Nautica – LAGUNA all’interno della prestigiosa regata DUE CASTELLI. Nella serata alle ore 17.30 verrà proposto il reading “La testa per intrigo” in memoria dell’ideatore , Corrado Premuda, prematuramente scomparso. Lettori volontari potranno leggere testi scritti o amati da Premuda con l’unica regola di stare in un un tempo massimo di cinque minuti   info www.nauticalaguna.it

30/09/2022 CASTELLO DI DUINO – ore 16.00 Presentazione del PREMIO RILKE con la lettura dei finalisti e il 01/10/2022 CASTELLO DI STANJEL (SLOVENIA) ore 10.30 premiazione del Concorso Internazionale Rainer Maria Rilke -  www.poiein.it/wp/2022/06/10/ii-edizione-del-premio-rilke/  Rainer Maria Rilke (Praga, 4 dicembre 1875 – Les Planches, 29 dicembre 1926), è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo austriaco di origine boema. È considerato uno dei più importanti poeti di lingua tedesca del XX secolo. Autore di opere sia in prosa che in poesia, è famoso soprattutto per le Elegie duinesi (iniziate durante un soggiorno a Duino). Fondato nel 2021 il Premio Internazionale “RAINER MARIA RILKE” Duino Aurisina prevede la partecipazione al concorso di opere di poesie in tutte le lingue, comprese quelle delle minoranze etnolinguistiche e delle parlate locali, purché accompagnate da una traduzione in italiano, promuove l’opera dei traduttori e la pubblicazione di poesia in tutte le lingue, si propone come osservatorio dei volumi inediti dei giovani poeti under 35.

Per ricordare la figura di Rainer Maria Rilke e le Elegie duinesi, l’Associazione GRUPPO ERMADA FLAVIO VIDONIS e POIEIN APS, all’interno del Festival Duino&Book, con il contributo della Regione Friuli-Venezia Giulia, con il Patrocinio del Consolato Generale della Repubblica di Slovenia di Trieste, del Consolato Generale della Repubblica di Croazia di Trieste, del Consolato Onorario d’Austria di Trieste, del Consolato Onorario della Repubblica Ceca di Udine, dell’Associazione degli Scrittori Carinziani – KSV, del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico ONLUS, del Lions Club di Duino Aurisina, con il Contributo di BCC Staranzano e Villesse, con il supporto della casa editrice Vita Activa Nuova, dei partner e mediapartner Poesiadelnostrotempo.it, Visitstanjel.si, Visitkras.info e Le vie delle foto, indice la II edizione del Premio Internazionale “Rainer Maria Rilke” Duino Aurisina. Inoltre il Premio desidera inserirsi nella cornice di promozione della cultura transfrontaliera in occasione di Nova Gorica Gorizia Capitale della Cultura Europea 2025 e prevede, ad oggi, la collaborazione con 15 comuni italiani e sloveni inclusi nell’area di GO!2025 attraverso il festival Duino&Book.

DAL 01/10/2022 al 09/10/2022 – STAND ALLA BARCOLANA  di presentazione dell’iniziativa “OSMIZZANDO DA PASQUA A NATALE” in collaborazione con OSMIZE.COM , incontri con i vignaioli ed osmizzari inseriti nel calendario delle osmize.  www.osmize.com

02/10/2022 ORE 11.00  GORIZIA COLLIO BRDA CUEI -  1 di 5 PUNTATE ON LINE   STORIE DI VINI E DI COLLIO/BRDA/CUEI area vitivinicola candidata a patrimonio MondialeUnesco nonché dei Comuni inseriti nella Città della Cultura GO 2025, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino – La puntata toccherà produttori italiani e sloveni per un confronto tra le produzioni e il modo di vivere tra Confini o ex Confini, i produttori saranno introdotti dal Proff.re dell’Università di Udine Francesco Marangon docente di Economia Ambientale presso il Corso di Laurea di Economia e Commercio e docente di Economia ed Estimo Ambientale presso il Corso di Laurea in Scienze per l’ambiente e la natura, nonché coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico italiano per la candidatura a Patrimonio mondiale Unesco Collio-Brda-Cuei  alternati da importanti Giornalisti di settore ed amministratori delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, un viaggio tra i produttori del Collio Italiano e Sloveno Gorizia, Cormons, San Floriano del Collio, Mossa, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, Farra d Isonzo, San Lorenzo Isontino e Comune di Brda (Slovenia)  alla conoscenza della Storia, dei Luoghi e delle Genti, introdotte da noti giornalisti internazionali. 

05/10/2022 * PUNTATA ON LINE – Incontro culturale nel Palazzo della Comunità Croata a Trieste Metelkova Luigi Nacci, Veronika Dintinjana, poesia Centro di cultura alternativa, sviluppatosi nell’ex caserma, unisce varie prassi creative e eventi. Nei primi anni del 2000, dopo la caduta dei confini, gruppi di poeti italiani e stranieri si sono ritrovati per leggere le loro opere. Protagonisti di queste performance, Veronika Dintinjana, tra le poete più affermate della Slovenia e il triestino Luigi Nacci, fondatore del gruppo di poesia de Gli Ammutinati. La storia di Metelkova come centro culturale è iniziata nel 1993, quando la parte settentrionale del complesso, su iniziativa di Mreža za Metelkovo (Rete per Metelkova), associazione indipendente di artisti e intellettuali, per lo più a indirizzo alternativo, un gruppo di circa duecento volontari, ha occupato il posto per proteggerlo dalla demolizione. Gli edifici delle ex caserme austroungariche, costruite nel tardo sec. XIX, sono stati trasformati da numerosi artisti sloveni contemporanei noti e meno noti. Il complesso Metelkova, coerentemente con lo spirito assai libero che vi regna, è in costante trasformazione.

08/10/2022   ore 16.00 CASTELLO DI ALBANA - PREMIAZIONI CONCORSO "Prepotto. I racconti dello Schioppettino" intende promuovere, attraverso eventi, corsi e presentazioni di libri e autori che abbiano partecipato al concorso, l'interesse verso la cultura e la letteratura in particolare, dedicando attenzione a manifestazioni o iniziative che possano favorire il turismo culturale nei suoi molteplici aspetti. Ideato e promosso dal Comune di Prepotto (Ud) info https://i-racconti-dello-schioppettino.webnode.it/

08/10/2022 * PUNTATA ON LINE DAL VIVO – STORIE DI PIETRE A GRAZ (AUSTRIA) con i nostri inviati Bruno Ricamo e Linda Simeone 

09/10/2022 * PUNTATA ON LINE DAL VIVO – LA BARCOLANA SOLIDALE DEI LIONS – in occasione della Barcolana la prestigiosa regata velica del Golfo di Trieste il lions Club di Duino Aurisina insieme ai Lions di Trieste e ai Lions della vicina Slovenia organizzano una giornata culturale e sportiva all’interno di una motonave nel corso della Regata.

09/10/2022 * PUNTATA ON LINE DAL VIVO – STORIE DI PIETRE A BUDAPEST (UNGHERIA) con i nostri inviati  Linda Simeone e Bruno Ricamo

09/10/2022 ORE 11.00 GORIZIA COLLIO BRDA CUEI -  2 di 5 PUNTATE ON LINE   STORIE DI VINI E DI COLLIO/BRDA/CUEIarea vitivinicola candidata a patrimonio MondialeUnesco nonché dei Comuni inseriti nella Città della Cultura GO 2025, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino – La puntata toccherà produttori italiani e sloveni per un confronto tra le produzioni e il modo di vivere tra Confini o ex Confini, i produttori saranno introdotti dal Proff.re dell’Università di Udine Francesco Marangon docente di Economia Ambientale presso il Corso di Laurea di Economia e Commercio e docente di Economia ed Estimo Ambientale presso il Corso di Laurea in Scienze per l’ambiente e la natura, nonché coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico italiano per la candidatura a Patrimonio mondiale Unesco Collio-Brda-Cuei alternati da importanti Giornalisti di settore ed amministratori delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, un viaggio tra i produttori del Collio Italiano e Sloveno Gorizia, Cormons, San Floriano del Collio, Mossa, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, Farra d Isonzo, San Lorenzo Isontino e Comune di Brda (Slovenia)  alla conoscenza della Storia, dei Luoghi e delle Genti, introdotte da noti giornalisti internazionali.

10/10/2022 – ORE 18.00 PUNTATA ON LINE - STORIE DI PIETRE A SPALATO (CROAZIA) con i nostri inviati Bruno Ricamo e Linda Simeone

12/10/2022 – ORE 18.00 PUNTATA ON LINE – STORIE DI PIETRE A LUBIANA (SLOVENIA) con i nostri inviati Bruno Ricame e Linda Simeone e la partecipazione dell’Università degli Studi di Architettura di Lubiana e del Comune di Lubiana attraverso la preziosa organizzazione della Sezione della Slovenia del Gruppo Ermada guidata da Sava Sabadin. 

17/10/2022 – ORE 18.00 PUNTATA ON LINE - STORIE DI PIETRE AD AQUILEIA in collaborazione con la Soprintendenza, il Comune di Aquileia, con  interventi ArchaeologI -Assegnista di ricerca presso Università di Padova, Simonetta Bonomi Soprintendente Fvg, Emanuele Zorino Sindaco di Aquileia. Stando allanalisi di numerosi monumenti antichi di Aquielia

(colonia romana fondata nel 181 a.C. si può presumere che l’approvvigionamento dalle Cave di Aurisina cominci in età repubblicana, nel I sec. a.C., e continui stabilmente per tutta la vita della città, fino al V sec. d.C. Nella fiorente città romana, questa pietra viene utilizzata in grandi quantità per la realizzazione di elementi architettonici, sia di natura strutturale che decorativa, statue, urne cinerarie, monumenti sepolcrali, stele funerarie e iscrizioni

15/10/2022 dalle ore 16.00 GIORNATA DI AVVIO DEL MUSEO DIFFUSO DELLE CAVE E DELLA PIETRA DI AURISINA promosso dal Comune di Duino Aurisina Obcina Devin Nabrezina l’Associazione Casa CAVE,  ESTPLORE guide naturalistiche,il Gruppo ERmada Flavio Vidonis, gli scalpellini le aziende del marmo ed altre importanti realtà locali.

16/10/2022 ORE 11.00 GORIZIA COLLIO BRDA CUEI -  3 di 5 PUNTATE ON LINE   STORIE DI VINI E DI COLLIO/BRDA/CUEIarea vitivinicola candidata a patrimonio MondialeUnesco nonché dei Comuni inseriti nella Città della Cultura GO 2025, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino – La puntata toccherà produttori italiani e sloveni per un confronto tra le produzioni e il modo di vivere tra Confini o ex Confini, i produttori saranno introdotti dal Proff.re dell’Università di Udine Francesco Marangon docente di Economia Ambientale presso il Corso di Laurea di Economia e Commercio e docente di Economia ed Estimo Ambientale presso il Corso di Laurea in Scienze per l’ambiente e la natura, nonché coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico italiano per la candidatura a Patrimonio mondiale Unesco Collio-Brda-Cuei alternati da importanti Giornalisti di settore ed amministratori delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, un viaggio tra i produttori del Collio Italiano e Sloveno Gorizia, Cormons, San Floriano del Collio, Mossa, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, Farra d Isonzo, San Lorenzo Isontino e Comune di Brda (Slovenia)  alla conoscenza della Storia, dei Luoghi e delle Genti, introdotte da noti giornalisti internazionali.

19/10/2022 ORE 18.00 TORCELLO VENEZIA PUNTATA ON LINE Puntata on line STORIE DI VINI “ I VINI DI VENISSA Per capirel’importanza della tradizione vitivinicola a Venezia basti pensare che in Piazza San Marco fino al 1100 c’era una vigna. Le prime tracce della viticultura risalgono a oltre 2500 anni fa, e le isole della laguna sono sempre state coltivate, per consentire un minimo di autosufficienza in una laguna dove il 92% della superficie è acqua, e dove anche le piazze venivano coltivate, da questo deriva il nome “Campo”. Venissa nasce nel 2002, quando Gianluca Bisol a Torcello, di fronte alla basilica di Santa Maria Assunta, la più antica Chiesa di Venezia, vede un piccolo vigneto. Incuriosito, conosce Nicoletta, la proprietaria, e comincia a fare delle ricerche storiche ed agronomiche sulla vignA. Da qui la scoperta della grande tradizione vitivinicola delle isole di Venezia che hanno ospitato da sempre molti vigneti, fino al 1966, l’anno della grande acqua alta che ha distrutto le vigne e fatto perdere le tracce di questa tradizione millenaria. Le ricerche agronomiche hanno poi portato alla luce un vitigno autoctono, la Dorona di Venezia, che nel corso dei secoli si è adattato alle condizioni di salinità tipiche della laguna.

23/10/2022 ORE 11.00 GORIZIA COLLIO BRDA CUEI -  4 di 5 PUNTATE ON LINE   STORIE DI VINI E DI COLLIO/BRDA/CUEIarea vitivinicola candidata a patrimonio MondialeUnesco nonché dei Comuni inseriti nella Città della Cultura GO 2025, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino – La puntata toccherà produttori italiani e sloveni per un confronto tra le produzioni e il modo di vivere tra Confini o ex Confini, i produttori saranno introdotti dal Proff.re dell’Università di Udine Francesco Marangon docente di Economia Ambientale presso il Corso di Laurea di Economia e Commercio e docente di Economia ed Estimo Ambientale presso il Corso di Laurea in Scienze per l’ambiente e la natura, nonché coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico italiano per la candidatura a Patrimonio mondiale Unesco Collio-Brda-Cuei alternati da importanti Giornalisti di settore ed amministratori delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, un viaggio tra i produttori del Collio Italiano e Sloveno Gorizia, Cormons, San Floriano del Collio, Mossa, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, Farra d Isonzo, San Lorenzo Isontino e Comune di Brda (Slovenia)  alla conoscenza della Storia, dei Luoghi e delle Genti, introdotte da noti giornalisti internazionali.

30/10/2022 ORE 11.00 GORIZIA COLLIO BRDA CUEI -  2 di 5 PUNTATE ON LINE   STORIE DI VINI E DI COLLIO/BRDA/CUEIarea vitivinicola candidata a patrimonio MondialeUnesco nonché dei Comuni inseriti nella Città della Cultura GO 2025, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino – La puntata toccherà produttori italiani e sloveni per un confronto tra le produzioni e il modo di vivere tra Confini o ex Confini, i produttori saranno introdotti dal Proff.re dell’Università di Udine Francesco Marangon docente di Economia Ambientale presso il Corso di Laurea di Economia e Commercio e docente di Economia ed Estimo Ambientale presso il Corso di Laurea in Scienze per l’ambiente e la natura, nonché coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico italiano per la candidatura a Patrimonio mondiale Unesco Collio-Brda-Cuei alternati da importanti Giornalisti di settore ed amministratori delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, un viaggio tra i produttori del Collio Italiano e Sloveno Gorizia, Cormons, San Floriano del Collio, Mossa, Capriva del Friuli, Dolegna del Collio, Farra d Isonzo, San Lorenzo Isontino e Comune di Brda (Slovenia)  alla conoscenza della Storia, dei Luoghi e delle Genti, introdotte da noti giornalisti internazionali.

TUTTI I VENERDI DI NOVEMBRE ALLE ORE 18.00 PUNTATE ON LINE – #storiedivini CALICI D’AUTORE A CAPRIVA in collaborazione col le principali aziende agricole del territorio caprivese, l’amministrazione comunale e Città del Vino Fvg Capriva e l’Associazione Nazionale Città del Vino, il programma inserito nella programma di Duino Aurisina Città Italiana del Vino 2022 

Il 25/11/2022 CENA IN ROSSO – promossa dal Lions Club Duino Aurisina in collaborazione con diverse realtà in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulla Donna. 

Il  26/11 2022 e il  27/11/2022 9° DUINO BOOK STORIE D’EUROPA, TRA STORIE DI PIETRE ANGELI E VINI al CIRCOLO CULTURALE SLOVENO di Aurisina due giorni intensi di presentazione volumi, conferenze dibattiti, escursioni premiazioni mostre ed enogastronomia.   

 26/11/2022 PRIMA SESSIONE MATTINO #STORIE DI DONNE 

Ore 09.30 – Cerimonia di apertura  Ore 09.45 – Incontro dedicato alla Giornata Internazionale Contro la Violenza sulla Donna il Lions Club Duino Aurisina 

Ore 10.45 – Incontro con la Commissione Pari Opportunità Regionale  Ore 11.45 – ARTE E DONNA – conferenza tematica dedicata alle figura delle donna
nell’arte, nelle professioni, nel mondo delle Associazioni 

SECONDA SESSIONE POMERIGGIO #STORIE DI GUERRE E DI PACE  

Ore 14.30  LA VIA DELLA PACE – POT MIRU  - Nicola Revalant Promoturismo L’area transfrontaliera italo-slovena, se vista come teatro delle vicende legate alla I Guerra Mondiale, si presenta come uno dei siti più ricchi di beni e lasciti storico-culturali relativi a tale periodo storico. Il progetto POT MIRU-VIA DI PACE prevede di creare, nell’area del confine terrestre, un unico itinerario culturale transfrontaliero che colleghi i sentieri esistenti e valorizzi i lasciti storici, le tracce e l eredità culturale delle diverse regioni interessate ed al contempo le ricchezze naturalistiche del territorio di confine, rafforzando così i rapporti tra cittadini di confine ed il senso di appartenenza europea, migliorando l’attrattività e la competitività dell area grazie alla creazione di un prodotto turistico/culturale unico ed integrato tale da assicurare un impatto sull area anche nel lungo periodo ed una visibilità europea.  L’area tra Alpi Carniche e Alpi Giulie, la sorgente e la foce delI isonzo, il parco nazionale del Triglav, il parco naturale delle Prealpi Giulie e la riserva naturale allo sbocco dell Isonzo, il Carso ed il Collio a cavallo del confine è straordinariamente ricca non solo per i lasciti culturali ma anche  per il suo patrimonio naturale e ambientale e per altre peculiarità che già oggi, sebbene con un offerta frammentata, rappresentano un eccellente prodotto turistico.  Al fine di sviluppare tale potenziale e dare allo stesso visibilità europea quale prodotto culturale e Turistico unico e di nicchia, le istituzioni del territorio propongono, nell’ambito del progetto POT MIRU-VIA DI PACE, di promuovere programmi congiunti didattico-educativi, di ricerca e turistico-culturali e di conservare così la memoria di tutti coloro che hanno sofferto e diffondere al contempo valori fondamentali quali la pace, la visione ed uno sviluppo unitario e duraturo del territorio transfrontaliero con una maggiore attenzione al turismo responsabile. 

Ore 15.15– MIA NDIMENTICABILE CONSORTE  - La Grande Guerra dei Bassianesi di Massimo Porcelli - Le lettere scritte dal fronte da Antonio, Soldato del 70° rgt fanteria, alla moglie Erminia sono il filo conduttore delle vicende della Comunità di Bassiano, paese dei Monti Lepini, nel periodo che va dalla vigilia della Grande Guerra al suo epilogo. 

Ore 16.00 NESSUNA RESA! DALL’IRLANDA CON AMORE volume di Fabio Bellani 1991-2001 : cent’anni di rlanda del nord , 1981 -2021 quarant’anni dalla morte di Bobby Sands e dei suoi compagni di  prigionia sacrificati nella prigionia più estrema delle proteste, lo sciopero della fare, marzo 2021 l’uscita delle formazioni lealiste dagli accordi di pace, aprile 2021 le proteste lealiste, anche violente, contro l’articolo della Brexit che pone i confini tra Regno Unito e Unione europea sul Mare d’Irlanda… La storia di uno Stato relativamente giovane intrisa nella Violenza e in una guerra civile non dichiarata, i Troubles, una storia di cui Raramente si parla e troppo spesso a senso unico ed in maniera ripetitiva. Un testo, forse l’unico in italiano, che affronta la scena del conflitto nordirlandese anche dal punto di vista della comunità lealista e protestante, generalmente, e a torto, vista solo come una propaggine dell’impero britannico, e presentata come Delle bande criminali di assassini, in collusione con le forze di sicurezza Ore 17.00 BALCANIA – il nuovo volumedi Tony Capuozzo Balcania è un libro che viaggia sul filo dei ricordi dell'autore, che per dieci anni ha seguito da inviato per la televisione i conflitti della ex Jugoslavia. C’è lo stupore di una guerra europea, sotto casa, e il tentativo di trasformare le notizie, destinate a durare poche ore, in racconti capaci di spiegare una guerra meglio di tante analisi geopolitiche. Al cuore del libro, la narrazione dell’assedio, con la morte quotidiana, le strategie di sopravvivenza, i giardini trasformati in cimiteri, l ospedale psichiatrico come unico luogo inevitabilmente multietnico della Bosnia. Trentanni dopo è inevitabile chiedersi a che cosa sia servito tanto dolore... 

Ore 19.00 LE STELLE DELLA CULTURA E DELLO SPORT – promosso dal Lions Club Duino Aurisina con il patrocino del Comune di Duino Aurisina la premiazione dei migliori atleti del territori e del mondo associativo. 

Duino&book 27/11/2022
novembre programma mattina STORIE DI PASOLINI Mattinata dedicata a PASOLINI   Omaggio a Pasolini – proiezione di filmati storici – presentati e commentati da illustri personaggi Pasoliniani con immagini di BOLOGNA, IDRJA, SABAUDIA TERRACINA CASARSA OSTIA. Ore 10.00 - Pier Paolo Pasolini, la Calabria e il ponte di Ariola – conferenza realizzata in collaborazione con l’Associazione Glicine (LAMEZIA TERME CALABRIA) rappresentate da Antonio Pagliuso. Quello tra Pier Paolo Pasolini e la Calabria fu un rapporto vivo, tra diatribe verbali, “banditi” e struzzi. Indimenticato anche il sostegno che il Poeta della poesia inconsumabile diede per la costruzione di un ponte ad Ariola di Gerocarne.  “Io produco una merce che è in realtà inconsumabile. […] Morirò io, morirà il mio editore, moriremo tutti noi, morirà tutta la nostra società, morirà il capitalismo, ma la poesia resterà inconsumata.” La poesia, bene prezioso che non si consuma, che non svanisce, che resta sempre attuale e che, in taluni casi, può salvare. Financo – o anche soltanto – una piccola comunità di persone. Sud più profondo, impenetrabile entroterra Vibonese. Circa 400 metri sul livello del mare, quel Tirreno del quale da quassù non si indovina neppure l’ombra azzurrognola. Percorrendo una strada provinciale che in alcuni punti ricorda la rugosità della carta abrasiva si raggiunge una piccola frazione dell’altrettanto piccolo comune di Gerocarne, poco più di 20 chilometri a sudest del capoluogo di provincia. La frazioncina si chiama Ariola, punteggiata – una qua, una là – da sparute case anonime e cinta da un fitto bosco di latifoglie, faggi e lecci. Niente di speciale considerato che ci troviamo nel Parco naturale regionale delle Serre, fino a quando non ci si approssima, alla fine dell’abitato, a superare un ponte in cemento armato. Ecco, si tratterebbe di un ponte anch’esso anonimo, come tanti, se questo tratto di poche decine di metri non nascondesse sotto la pancia una costruzione che ha segnato le sorti e l’esistenza medesima di Ariola e di tutti i suoi abitanti. Ariola, un paese sopravvissuto grazie a Pasolini.  Seppellito dal fango e dai rovi che si accumulano sotto il ponte e lungo le sponde del torrente Petriano – del quale, nei fatti, si percepisce soltanto il flebile mormorio –, si trovano i resti di un vecchio ponticello. Vecchio sì, ma dal grande valore storico. Quelli celati nel gomitolo di sterpi e melma, infatti, sono i resti del ponte che negli anni sessanta del secolo scorso fu costruito grazie al contributo che il poeta Pier Paolo Pasolini (1922-1975) donò al popolo di Ariola; un’opera essenziale e tanto agognata, seppur provvisoria, che permettesse di strappare dallo storico isolamento la poverissima frazione di contadini, vasai e carbonai, che vivevano radicati a un secolo obliato, senza fognature, quasi senza elettricità e, soprattutto, senza una strada degna di questo nome che potesse collegare la contrada al paese più vicino, Arena, alla civiltà, al XX secolo. 

SEZIONE POMERIDIANA  #STORIE DI NATURA E SAPORI 

ORE 14.30 LAGRANDE GUERRA NELLE GROTTE DEL CARSO  – filmato dedicato promosso dal Gruppo Speleologico Flondar  

Ore 15.30   IL BOSCO DI BETULLE  Alfeo Zanette – Dario De Bastiani Editore Di Eliseo Gallo non è rimasto solo un nome scritto in un mausoleo dei caduti nella guerra di Russia. Ha un suo volto, il volto di un uomo comune, di un giovane travolto da un destino crudele al quale non aveva potuto sottrarsi. In questo libro si riporta la sua memoria. Abbiamo ritrovato le sue lettere e ricostruito le sue tracce. Ora sappiamo dov'era e cosa aveva fatto fino allo scontro con il nemico. Bertolt Brecht diceva: "Beata quella terra che non ha bisogno di eroi". Il nostro pensiero va quindi alla guerra, alla guerra che si accanisce sempre contro la povera gente, a una guerra spietata che lo ha strappato alla vita, in una terra lontana, a soli vent'anni. 

ORE 16.00 I FANTASMI DI TERRACINA ( AMEDEO CERILLI) (spostato da storie di angeli) Da sempre a Terracina si parla di spiriti e presenze. Rumori di passi in vecchi edifici, situati soprattutto nella zona del centro storico, voci in corridoi vuoti, anime antiche in cerca di pace. Storie appena sussurrate, in bilico tra verità e mistero, che hanno tenuto compagnia tra i vicoli e le piazze, suggestionato generazioni di nipoti, incuriosito o terrorizzato gruppi di ragazzi. Un patrimonio di racconti tramandati solo oralmente e che rischiano, dunque, di essere dimenticati per sempre. Proprio per questo sono stati raccolti in un libro. “I Fantasmi di Terracina” vi faranno scoprire storie di spiriti e presenze nei luoghi più infestati della cittadina laziale.e  TRIESTE OCCULTA pubblicato da Mgs Press FRANCESCA PITACCO Ogni città ha i suoi fantasmi, le sue dame bianche o nere, i suoi capitani decapitati e le sue sale di tortura. "Trieste occulta" racconta di figure losche e spiriti senza pace, di leggende e storie popolari inquadrate nel preciso momento storico e nei luoghi fisici della città. Case infestate da spiriti, e spiriti che vagano per le vie strette di Cittavecchia; case del diavolo e case dove invece gli spiriti vengono evocati; gente che perde la testa e gente che perde la vita se entra in contatto con i morti: sono molteplici le occasioni per incontrare un mondo nascosto, che non sembra appartenere a una città vivace di traffici e attività artistiche, eppure sta lì, proprio sotto la superficie, o più in profondità, in sotterranei ancor più inquietanti quando vi si accede da una chiesa... Il volto oscuro di Trieste viene svelato anche attraverso personalità di rilievo, che siano Italo Svevo, Nella Doria Cambon o sir Richard F. Burton, tutti appassionati di spiritismo, o attraverso i libri di autori come Charles Nodier; completano queste storie inquietanti le puntuali descrizioni storico-architettoniche dei luoghi in cui tali vicende si svolgono, che siano i castelli del circondario o le chiese della città, ma anche gli approfondimenti su personaggi in comune con altre regioni della Mitteleuropa, come i vampiri che diventano vukodlak in Dalmazia. Un viaggio quindi nel lato oscuro di Trieste, che cambierà per sempre il vostro sguardo su vicoli e palazzi, chiese e castelli di una città dalle mille sfaccettature

Ore 17.00  STORIE DI PIETRE IL RIPARO DI VISOGLIANO – Presentazione del Volume “il RIPARO DI VISOGLIANO” GIOVANNI BOSCHIAN (Università di Pisa) e la Archeologa Paola Ventura Rinaldo Stradi (Gruppo Speleologico Flondar) Riparo di Visogliano Sul lato sud di una dolina posta non lontano dall'abitato di Visogliano si apre un riparo sottoroccia scoperto nel 1974. Gli scavi effettuati hanno evidenziato dei depositi interni di terra rossa, al disotto dei quali è presente uno strato di pietre concrezionate, frammiste a ossa fossili di rinoceronte e cavallo e una cinquantina di strumenti di pietra datati al Paleolitico inferiore (450.000-80.000 a.C.). La scoperta più interessante è sicuramente quella dei resti ossei di Homo erectus e di Homo sapiens arcaico. Il riparo è un sito importantissimo, l'unico che ci documenta la vita sul Carso in un'epoca così lontana.

ore 17.30  Proiezione filmato "STORIE DI PIETRE E DI CONFINI IN TEMPO DI PACE

ORE 18.30 – DEGUSTAZIONE GUIDATA STORIE DI VINI del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino

Da Settembre a dicembre in programma visite guidate al Mitreo (con partenza alle ore 10.00 dalla Forestale di Duino) organizzate in collaborazione con il gruppo Speleologico Flondar.

Nel corso del mese di ottobre e novembre verranno promosse mostre e presentazioni inserite nel programma del Progetto Etnografico “STORIE DI PIETRE E DI CONFINI IN TEMPO DI PACE” e del Progetto turistico MITREO” sostenuto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 

Condividi su:

Seguici su Facebook