Partecipa a Terracina Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Europa Verde lancia la campagna di tesseramento 2022 con il tema centrale "Prenditi cura di Terracina"

Il partito sarà presente nelle piazze secondo un calendario fino a giugno a partire da domenica 15 maggio dalle ore 16 a piazza Garibaldi per le adesioni

Condividi su:

Europa Verde è un movimento politico libero e autonomo, che non ha grandi finanziatori e si sostiene grazie alle adesioni ed al lavoro degli iscritti – attivisti e attraverso il 2×1000. Utilizza il codice B30 per sostenere Europa Verde nella dichiarazione dei redditi annuali (non costa nulla). 

L'iscrizione ad Europa Verde può essere un atto civico e politico importante per dare forza a questo  movimento nuovo per Terracina e contribuire a costruire insieme un futuro migliore, fondato sulla cura e sul rispetto dell'ambiente e dei cittadini. L’adesione ad Europa Verde è individuale e libera e implica l’accettazione dello Statuto e dei regolamenti, disponibili sul sito nazionale www.europaverde.it . Ci si può iscrivere direttamente sul sito di Europa Verde – indicando EUROPA VERDE TERRACINA- oppure se si vuole conoscere meglio i portavoce e gli attivisti di Europa Verde Terracina e il loro modo nuovo e disinteressato di fare - ed essere-  cittadinanza  attiva, puoi venirci a trovare ai gazebo in queste date:

             Piazza Garibaldi (Terracina): 15 maggio, 22 maggio, 18 giugno DALLE ORE 16 ALLE 20

             Piazza 24 Maggio - Borgo Hermada (Terracina): 23 maggio, 13 giugno DALLE ORE 9 ALLE 13

Ormai sono due anni che Europa Verde Terracina ha iniziato il suo percorso. Nelle precedenti elezioni amministrative del 2020, dopo pochi mesi dalla sua nascita, in piena pandemia da COVID19 e con una sola lista di attivisti volontari senza nessuna precedente esperienza politica, abbiamo  superato i 1000 voti mancando per un soffio il seggio comunale e ormai condividiamo con 100 iscritti la nostra idea di città armonica, sostenibile, moderna e green. Dopo le elezioni non ci siamo mai fermati esprimendo il nostro punto di vista e impegnandoci su diversi temi e facendo sempre sentire la nostra voce. Tutela della fascia costiera, delle spiagge e del mare, del verde pubblico e delle colline, valorizzazione dei beni storici, naturalistici e archeologici, turismo sostenibile, infrastrutture e trasporti ecologici, riqualificazione delle periferie, scuole e spazi culturali (biblioteca, ludoteca, pinacoteca, teatro comunale) e riapertura dei musei civici e dei siti archeologici, contrasto al consumo di suolo e alla crisi climatica, all’abusivismo, alla speculazione edilizia e alla cementificazione, contrasto alla corruzione e al malaffare. Abbiamo messo  il nostro cuore su i tanti, troppi problemi che si sono accumulati nel tempo, cominciando a creare, con pochi mezzi e autofinanziandoci, una comunità di volontari coraggiosi e appassionati che mettono al primo posto il bene comune, il decoro della città e delle sue periferie, la legalità, la sicurezza, l’equa distribuzione della ricchezza e la giusta occupazione, la cura del verde pubblico, trasporti moderni e sicuri, infrastrutture efficienti (a cominciare dal porto e dal treno!), il superamento delle barriere architettoniche, la qualità dei servizi, le nuove energie rinnovabili, una agricoltura rispettosa dell’ambiente e lo fanno perché credono che Terracina possa arricchirsi e garantire benessere per tutti, rilanciando il turismo sostenibile e di valore, puntando con decisione sulla green e sulla blu economy, valorizzando i suoi beni archeologici e naturali e i prodotti enogastronomici di qualità, ma solo inserendoli in una moderna e sofisticata programmazione che segua l’approccio della Destination Management Organization (DMO) regionale, come evidenziato nella recente legge quadro approvata dal Consiglio Regionale del Lazio per la nuova organizzazione del sistema turistico regionale, che metta al centro la formazione e la riqualificazione degli operatori, dei servizi e delle strutture e che veda Terracina come una destinazione di pregio nel Lazio. 

Presso il gazebo verranno raccolte anche le firme per portare alla attenzione di tutti gli Enti e le Autorità preposte, sollevando la questione anche con tutte le associazioni di categoria e i sindacati, il problema ormai insostenibile di una mala-movida che, sotto gli occhi di tutti, sta trasformando la nostra città nel peggiore dei divertimentifici, con un turismo ormai degradato al “mordi e fuggi”, con dati preoccupanti di consumo e abuso di alcol e droghe e le conseguenze che ne scaturiscono in termini di degrado, sporcizia, invivibilità, inquinamento acustico, visivo ed olfattivo, ma anche criminalità e malaffare, proponendo soluzioni e alternative concrete per riportare i nostri giovani al rispetto delle piazze, delle vie, dei parchi, delle spiagge e del mare che non possono diventare solo beni da consumare e spesso deturpare, ma beni da rispettare oltre che da tutelare attivamente! Per questo ci impegneremo per lanciare con gli Enti, le Autorità, le Categorie, i Sindacati, i Cittadini e i Turisti un nuovo patto di cittadinanza per imparare insieme come si fa vera accoglienza, per attrarre turismo di qualità, per disincentivare chi vuole venire in città solo per sfruttarla in modo predatorio, per promuovere “buona economia” e per far sì che chi sceglie Terracina lo faccia perché città sicura, legale, ordinata, culturalmente evoluta, rispettosa dell’ambiente e pulita in ogni senso.

“Condividete con noi il sogno di una rinascita possibile all'insegna di una sostenibilità vera e progettata, di un rilancio turistico per Terracina, città-gioiello da valorizzare per tutti i turismi (balneare, culturale, escursionistico, enogastronomico, archeologico) e che invece viene trattata come una latrina a cielo aperto, addirittura un luogo dove perdersi fino ad arrivare al coma etilico nella grancassa disperante di un degrado e di una involuzione che tutti ormai tocchiamo con mano. Sosteneteci con la vostra presenza e la vostra firma e venite a conoscere il nostro progetto etico, ecologista per una rinascita cittadina e per offrire il vostro contributo al Pianeta, sostenendo l'unica forza politica nuova, totalmente autofinanziata, che ha messo al centro del proprio programma la cura e la salvaguardia della Città  e del Pianeta.  Venite a trovarci ed entrate nella famiglia green per vivere con responsabilità il nostro tempo” dichiarano i co-portavoce Maria Catia Mosa e Gabriele Subiaco.

Condividi su:

Seguici su Facebook