Partecipa a Terracina Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lega: Caso arenili, mancanza di risposte da parte dell’amministrazione

La Redazione
Condividi su:

La giunta Tintari non prende il toro per le corna sullo scandalo bagnini e scappa, come testimonia l'assenza dell'assessore Alessandro Di Tommaso, sugli atti promossi dal Comune e dall'Azienda speciale, considerando che alla data attuale non abbiamo ancora ricevuto la rendicontazione economica sulla gestione degli arenili. 

Lo affermano i consiglieri della Lega di Terracina Sara Norcia, Valentino Giuliani e Massimiliano Tocci. 

Una richiesta di informazioni negata - è così che esordisce il consigliere Valentino Giuliani - nessuno si vuole sostituire agli organi inquirenti, abbiamo soltanto chiesto di conoscere informazioni già in possesso dell’Azienda Speciale.

Dal canto suo Norcia denuncia la carenza di documentazione all'accesso agli atti richiesto:

Dalla copia delle buste paga ai curricula dei dipendenti assunti per la gestione del servizio fino alle determine di affidamento e alla rendicontazione di spesa per i servizi svolti dalle ditte nonostante siano passati tre mesi dalla stagione balneare, - rincarando la dose sul Durc - Salta all'occhio la mancanza del Documento unico di regolarità contributiva degli aggiudicatari, messo nero su bianco dal Dirigente comunale, agli atti del fascicolo d'ufficio.

I consiglieri della Lega chiedono:

'Come viene gestita la macchina amministrativa? E come possiamo noi svolgere il nostro ruolo di consiglieri comunali? - sottolineando - La responsabilità politica è in capo al sindaco e all'assessore competente, ma la responsabilità gestionale è di un direttore generale che sempre alla data attuale non riesce a ristabilire la funzionalità del sito e dei sistemi informatici di pubblicazione dell'azienda.

Condividi su:

Seguici su Facebook