Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

la UilTucs Latina presenta i ricorsi al tribunale di Latina, sezione lavoro, nei confronti dell'Azienda Speciale

| di UilTucs Latina
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Come categoria sindacale Uiltucs Latina, apprendiamo con delibera del CDA dell’Azienda Speciale di Terracina, svolta in data 3 novembre us, nella quale si conferma e si rinnova la scadenza contrattuale del direttore dal 16 dicembre prossimo sino al 15 dicembre 2025. Oltre ai passaggi burocratici contenuti nella delibera, rimaniamo come categoria Uiltucs Latina sorpresi, leggiamo nei comunicati stampa di questi giorni, dove ancora nello specifico non si prende atto del vero danno causato e che causerà la gestione affidata nuovamente alla Carla Amici Direttore Generale dell’Ente strumentale di Terracina. È inaccettabile, dichiara Gianfranco Cartisano, leggere le dichiarazioni del CDA il quale elogia e ringrazia per l’ottimo lavoro svolto in questi anni dal direttore generale, sino a ringraziare il sindaco e tutta l’amministrazione per la fattiva collaborazione. Noi tutti della Uiltucs alla lettura di tali ringraziamenti ed elogi disponibili e consultabili della delibera abbiamo il dovere e l’obbligo come categoria di continuare a parlare, visto e constatato che alcuna forza politica non verifica e dichiara; noi come denunciato, vogliamo ricordare e ribadire come documentato, che molti dei lavori effettuati e fatturati da Azienda Speciale sono stati effettuati e svolti da società riconducibili ad alcuni componenti del Consiglio di Amministrazione dell’Ente Strumentale Azienda Speciale, questo per dichiarare come Uiltucs Latina “per quale motivo il CDA avrebbe dovuto sfiduciare il DGenerale e contestare componenti della Giunta Comunale dopo che tutto viene fatto in casa, affidamento del lavoro a società dove stesso il componente del CDA effettua i lavori.

Abbiamo sempre contestato il modo di operare del Direttore Generale persecutorio nei confronti della Uiltucs Latina e dei lavoratori che rappresentiamo, abbiamo sempre dichiarato che gli attori principali i protagonisti che dovrebbero controllare, vigilare, nell’interesse della collettività a tutela del denaro pubblico, NON HANNO MAI CONTESTATO E VERIFICATO PER NOI DRAMMATICO, “SOSTENIAMO DA SEMPRE PER NOI NON POSSONO!” Assumificio, classificazione dei lavoratori di serie A e serie B, oltre a mansioni e lavori particolari affidati a personale compaesano del Direttore Generale sono le denunce che abbiamo sempre sostenuto e dichiarato in questi mesi. Le denunce dichiarate da tempo dalla Uiltucs Latina affermano che il Direttore Generale Carla Amici sottovaluta le nostre richieste che parlano di grandi numeri e differenze economiche in questi anni, con notevoli perdite di salario dei lavoratori, ad oggi si  continua a sottovalutare il disagio vero dei lavoratori, accentrando ed organizzando la gestione su interessi anche di carattere personale, il tutto con la complicità di alcuni pezzi della politica. La Uiltucs Latina nello specifico ricorda  i contenuti dei ricorsi presentati dai legali della Uiltucs Latina:

L'Azienda Speciale di Terracina è un ente strumentale di diritto privato e dunque non rientra nel campo di applicazione del contratto collettivo di diritto pubblico enti ed autonomie locali (art.1). L'applicazione del contratto di diritto pubblico comporta una retribuzione sia mensile che annuale inferiore a quella del CCNL di tipo privatistico determinando, oltre ad un danno economico per i dipendenti, un vantaggio economico illegittimo da parte della azienda speciale rispetto ad aziende private che svolgono la stessa attività di impresa. (La corte di Cassazione a sezioni Unite ha espressamente vietato che le aziende speciali possono avere vantaggi economici rispetto alle aziende private).Inoltre come categoria Uiltucs Latina si sottolinea ed abbiamo riscontrato e conteggiato che comunque anche applicando il CCNL enti ed autonomie locali il Direttore Generale Carla Amici sta sottopagando i dipendenti corrispondendo una retribuzione inferiore ai minimi tabellari (nel ricorso abbiamo quantificato le differenze lorde per un totale di circa 11 mila euro a dipendente). 

La prima udienza è fissata ad inizio 2021, come categoria sindacale abbiamo fiducia nella giustizia, la quale scriverà e determinerà la giusta dignità a questi lavoratori, ingabbiati da anni nei tantissimi lati oscuri e gestionali procurati dal Direttore Generale dell’Azienda Speciale di Terracina. 

UilTucs Latina

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK