Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ma una politica locale meno schizofrenica no?

| di Marco Villa
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Le parole sono importanti.

Sulla stampa locale (https://latinatu.it/piazza-berlinguer-almirante-a-terracina-nasce-il-tavolo-antifascista-che-unisce-pd-e-m5s) abbiamo letto che è stato istituito il Tavolo antifascista e democratico per la piena affermazione dei principi costituzionali.

Sono le ultime 5 parole a non convincerci.

Fanno parte di quel tavolo, infatti, proprio due forze politiche, il PD ed il M5S, che intendono fare scempio della Costituzione.

Ci riferiamo alla riforma che prevede il taglio dei parlamentari.

Il taglio dei parlamentari è un taglio della Democrazia.

È questa la “piena affermazione dei principi costituzionali”?

Proseguiamo.

L’ex capo politico del M5S, nonché ex ministro dello Sviluppo Economico, proprio in tale veste ha autorizzato la sperimentazione sul 5G.

Poi, a livello locale, i candidati del suo partito fanno campagna elettorale dicendo che si opporranno al 5G.

Sempre sulla stampa locale (https://latinatu.it/autostrada-roma-latina-i-5stelle-contrari-allopera-ma-la-senatrice-pontina-sta-con-zingaretti-e-de-micheli) leggiamo che il responsabile nazionale dei Trasporti 5 Stelle è contrarissimo all’autostrada Roma-Latina, mentre una senatrice casaleggiana di Latina plaude al piano di realizzazione delle infrastrutture nel Lazio con queste parole: «Il M5S si libera del retaggio del passato e si dichiara soddisfatto della imminente realizzazione della infrastruttura».

Ma anche altrove la schizofrenia regna sovrana.

Per la Lega lo slogan principe è “Prima gli italiani”, però i dirigenti locali di quel partito si sono guardati bene, ogni volta che il loro segretario è venuto in visita nella nostra provincia, di portarlo nelle campagne a verificare quanti italiani lavorano come braccianti agricoli.

Prima gli italiani?

Oppure prima le multinazionali del settore agroalimentare e prima la grande distribuzione organizzata, alle quali vanno la gran parte dei profitti, insieme con caporali ed agromafie?

Su altre sponde, invece, abbiamo sentito decantare i prodotti tipici locali e le specialità enogastronomiche terracinesi, però poi sono state autorizzate le aperture di fast food di multinazionali che nulla hanno a che fare con il nostro territorio.

Oppure, è stata adottata la delibera per l’attuazione della strategia rifiuti zero, e poi i fast food sono il regno dell’usa e getta.

Un esempio?

È da tanto che non entriamo in un fast food, per cui ci auguriamo che le cose siano cambiate, però fino ad allora se ordinavi una bibita i rifiuti prodotti erano 4: il bicchiere di carta, il coperchio di plastica, la cannuccia di plastica e la carta che avvolge la cannuccia.

Ma un bicchiere di vetro no?

Oppure ancora, nell’autunno scorso abbiamo letto della nomina dell’assessore all’Attuazione del programma.

Ma se manca completamente la programmazione, come ci si può occupare dell’attuazione del programma?

Abbiamo poi letto che una ricerca del Dipartimento della Difesa statunitense ha scoperto che il vaccino antinfluenzale può favorire il contagio da coronavirus.

Ed il presidente della nostra Regione, con un’ordinanza, impone il vaccino antinfluenzale obbligatorio per tutti gli over 65...

Noi, comunque, siamo tranquilli, perché abbiamo individuato la candidata giusta da votare.

Si chiama Bianca.

Bianca Scheda.

Marco Villa

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK