Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ci sono ancora i nazisti nel XXI secolo?

| di Marco Villa
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Premessa: i non terracinesi leggano SUBITO il post scriptum alla fine dell’articolo.

5687) Intitolare il piazzale del porto a Giuseppe Mazzella.

6195) Aumentare il numero di vie, strade, piazze, giardini pubblici intitolati a donne, come richiesto dal sito Internet www.toponomasticafemminile.com.

7727) Assegnare alle nuove strade cittadine nomi di vittime delle mafie (magistrati, giornalisti, esponenti delle forze dell’ordine, ecc.).

7728) Intitolare una strada a don Cesare Boschin.

Queste proposte sono tratte da qui: https://terracinasocialforum.wordpress.com/2020/05/09/9000-proposte-per-la-citta.

4 delle nostre 9.000 proposte riguardano la toponomastica.

Che non è certo il primo dei pensieri nella testa dei nostri concittadini.

Detto in parole “povere”, se il topo no mastica è certamente grave, ma se il concittadino no mastica è sicuramente peggio.

Ora ci aspettiamo che il Consiglio comunale di Terracina metta lo stesso impegno per la realizzazione delle rimanenti 8.996 proposte.

Riguardo, invece, a coloro che si concentrano sul Manifesto della razza, noi riteniamo che la Storia vada studiata in maniera diversa, cercando di individuare ciò che può avere influenza sul presente e sul futuro.

Ad esempio, relativamente a quel periodo storico, sarebbe molto più utile interrogarsi sulle seguenti domande:

1) Quali erano le vere origini di Adolf Hitler?

2) Quali erano i rapporti tra il nazismo ed il movimento sionista?

3) Chi ha finanziato l’avvento di Hitler ed il riarmamento della Germania?

4) Come ha fatto Hitler ad uscire dalla gravissima crisi economica della Repubblica di Weimar?

Su questi temi è molto illuminante quanto scritto da Marco Pizzuti nel libro “Biografia non autorizzata della seconda guerra mondiale” (Mondadori editore).

Considerevole e notevolmente documentata la produzione letteraria di Marco Pizzuti, che spazia su svariati argomenti. Vi suggeriamo di fare una ricerca su Internet al riguardo.

Inoltre, sempre nell’intento di studiare meglio personaggi che hanno influenza sul presente e sul futuro, è molto interessante quanto è scritto qui: https://it.wikipedia.org/wiki/George_Soros.

Si tratta della pagina di Wikipedia dedicata a George Soros.

Di particolare rilievo questa frase: “Nato a Budapest in una famiglia ebraica, Soros sopravvive all'occupazione nazista dell’Ungheria ed emigra nel Regno Unito nel 1947”.

Che cosa si evince, tra le righe, da quella frase e dalla sua impostazione “romanzesca”?

Soros scappa dal suo Paese natale con l’avvento dei comunisti, mentre sorge il dubbio che sotto i nazisti si sia trovato perfettamente a suo agio.

A questo punto chi si interroga sul Manifesto della razza a nostro avviso farebbe meglio a porsi la seguente domanda: il mio partito o la mia associazione sono finanziati da un individuo del genere?

Ripetiamo la domanda:

IL MIO PARTITO O LA MIA ASSOCIAZIONE SONO FINANZIATI DA UN INDIVIDUO DEL GENERE?

Tornando alla questione iniziale della toponomastica, Terracina dimostra che in questo Paese non esiste una vera opposizione che si occupi dei problemi concreti del popolo.

Da una parte abbiamo un governo di corrotti (volendo essere gentili...) che intende attuare la “dittatura democratica”, come ha dichiarato Massimo Cacciari in tv ospite della Berlinguer, confermando quanto da noi scritto qui: https://terracinasocialforum.wordpress.com/2020/06/08/il-lockdown-in-autunno-sara-una-decisione-politica-non-sanitaria.

Apriamo una parentesi: noi delle dichiarazioni di Cacciari ne abbiamo sentito parlare, non l’abbiamo certo visto in quella trasmissione televisiva, anche perché non ci piacciono i film dell’orrore...

D’altronde, Cacciari ne ha anche parlato in un articolo su La Stampa: https://www.lastampa.it/topnews/lettere-e-idee/2020/07/14/news/un-illogica-dittatura-democratica-1.39079122.

Ma Cacciari non è certo un bastardo no global o un maledetto complottista o uno sporco sovranista. È un insider.

Insider? Chi è addentro alle cose.

In quanto insider, le sue parole non vanno assolutamente sottovalutate.

Quindi, da una parte abbiamo un governo di corrotti che intende attuare la “dittatura democratica” e dall’altra abbiamo un’opposizione che non fa nulla.

A livello locale, la stessa opposizione - che a Terracina si trova in maggioranza - continua a non fare nulla, salvo preoccuparsi del topo che no mastica, mentre l’opposizione locale non vede l’elefante nella stanza, cioè la “dittatura democratica”, e si preoccupa delle dittature del passato.

Il tutto poi alimentato dalla nostra magnifica stampa locale, che ovviamente si adegua all’altrettanto magnifica stampa nazionale (però almeno La Stampa ha fatto parlare un insider che non gradisce... Ulteriore conferma che si tratta di un insider: se non lo fosse stato, non avrebbe avuto spazio sul quotidiano).

P.S.

Per i non terracinesi che non riuscissero ad afferrare il senso di questo articolo, suggeriamo di cercare su Internet su quale specifica questione recentemente maggioranza ed opposizione locali se le sono date di santa ragione.

Marco Villa

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK