Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Campi elettromagnetici: l'audizione del fisico Paolo Vecchia in Commissione Ambiente

Zappone e Di Leo: “Dispiaciuti per le assenze. Soddisfazione per l’esposizione e grazie a chi ha collaborato su questo tema”

| di Staff del sindaco di Terracina
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
Paolo Vecchia in Commissione Ambiente

Il 23 maggio la Commissione Consiliare VII (Politiche ambientali) del Comune di Terracina ha convocato in audizione pubblica il fisico Paolo Vecchia, fisico di fama internazionale, già collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e Presidente della Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni non-ionizzanti. Il tema affrontato è stato quello dei campi elettromagnetici generati, in particolare, dalle antenne di radiotelefonia mobile installate nei centri urbani, argomento di stretta attualità a Terracina. L’evento è stato ospitato presso i locali della Presidenza del Consiglio nel Palazzo Comunale.

Il fisico Vecchia ha illustrato le caratteristiche e le specifiche dei campi elettromagnetici (le cosiddette “radiazioni non-ionizzanti”), evidenziando i meccanismi alla base della percezione del rischio e identificando una serie di fattori che accentuano questa percezione, come la scarsa familiarità con l’agente in questione, la difficoltà di comprensione dei processi biologici coinvolti, il fatto che i danni temuti riguardino i bambini piuttosto che gli adulti, sottolineando anche il ruolo dei mezzi d’informazione che trattano di questa tematica.

“Nel corso dell’ultimo decennio, interrogativi per la salute sono stati sollevati a proposito di numerose sorgenti di campi elettromagnetici, tra cui linee ad alta tensione, forni a microonde, schermi di computer e televisori, sistemi di sicurezza, radar e, più recentemente, telefoni mobili e relative stazioni radio base – ha spiegato il dottor Vecchia -. In risposta ai crescenti interrogativi su possibili effetti sanitari delle sorgenti di campi elettromagnetici, il bilancio complessivo delle evidenze mostra che l’esposizione a campi elettromagnetici ai tipici livelli ambientali non accresce il rischio di alcun effetto nocivo. Vi sono state segnalazioni occasionali di associazioni tra problemi sanitari e presunte esposizioni a campi elettromagnetici, ma la comunità scientifica non ha ritenuto che questi effetti fossero necessariamente causati dall’esposizione ai campi piuttosto che da altri fattori”.

“Nonostante molti studi, le evidenze di effetti cancerogeni di qualsiasi genere restano molto controverse – ha proseguito il fisico relatore –. È comunque chiaro che, se i campi elettromagnetici avessero effettivamente un effetto sul cancro, l’aumento di rischio, di qualunque tipo, sarebbe estremamente basso. I risultati ottenuti fino ad oggi presentano molte incongruenze, ma non si è comunque trovato nessun aumento consistente di rischio per nessuna forma di cancro, né nei bambini né negli adulti. Un certo numero di studi epidemiologici suggerisce piccoli aumenti di rischio di leucemia infantile, associati all’esposizione a campi magnetici a bassa frequenza nelle abitazioni. Però, gli scienziati non sono in genere giunti alla conclusione che questi risultati riflettano una relazione di causa ed effetto tra l’esposizione ai campi e la patologia. Possiamo quindi affermare che i timori e le preoccupazioni dei cittadini circa la presenza di antenne di radiotelefonia mobile nei pressi delle abitazioni sono eccessive ed ingiustificate”.

Soddisfazione ha espresso l’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone, presente all’incontro: “Con il sindaco assumemmo l’impegno in Consiglio Comunale di affrontare la questione dal punto di vista scientifico. L’iniziativa del Presidente della Commissione Davide Di Leo, il quale ha dimostrato sensibilità e tempestività, va proprio in questa direzione. Ringrazio il fisico Paolo Vecchia, figura di indubbia e spiccata competenza, per il suo interevento che, sostanzialmente, ha confermato le posizione assunta dall’Amministrazione Comunale sulla vicenda delle antenne per telefonia. Dal canto nostro ci impegneremo a redigere il nuovo P.R.A.E.E.T. in tempi brevi. Mi preme ringraziare, a questo proposito, il consigliere Ilaria Marangoni che ha sempre dimostrato, pur sedendo all’opposizione, di essere disposta a collaborare, soprattutto per questioni che riguardano il bene dell’intera comunità. Con lei abbiamo rivolto una richiesta all’ANCI di farsi portavoce presso il ministero delle Infrastrutture dei problemi legislativi che i Comuni si trovano ad affrontare su questa materia, in una chiara posizione di inferiorità e impotenza”. 

Davide Di Leo, Presidente della VII Commissione sottolinea “l’importanza dell’audizione, convocata per far chiarire a commissari e cittadini quale sia la situazione da una vera autorità in materia come il fisico Paolo Vecchia. Vista la rilevanza della tematica registrata in Consiglio Comunale mi sarei aspettato una maggiore partecipazione dei consiglieri e delle associazioni invitate. Ringrazio invece per la presenza i consiglieri Annamaria Speranza, Maurizia Barboni, che ha sostituito il consigliere Barbara Carinci, e Ilaria Marangoni, così come ringrazio il Forum Locale di Agenda 21 rappresentato da Lavio Grossi che, ancora una volta, ha dimostrato di interpretare al meglio il proprio ruolo istituzionale. L’audizione ha voluto essere una dimostrazione di volontà da parte dell’Amministrazione di voler indagare il problema e fornire una corretta informazione, disinnescando la mera polemica e confrontandosi dati scientifici alla mano. Fa comunque piacere avere avuto l’occasione di seguire l’illustrazione argomentata e qualificatissima del fisico Paolo Vecchia, al quale va il ringraziamento mio personale, dell’Amministrazione e della Città di Terracina”.

Staff del sindaco di Terracina

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK