Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

“Sei in gioco o fuori gioco? Ethical Scuola”: il convegno sul cyberbullismo

| di Staff del sindaco di Terracina
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Si è svolto ieri, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Terracina, un convegno dal titolo “Sei in gioco o fuori gioco? Ethical Scuola”, dedicato a una campagna di prevenzione contro il bullismo e il cyberbullismo. Presenti all’incontro il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Roberta Tintari, che ha porto i saluti istituzionali ed effettuato un breve intervento, Carmelo Mandalari, segretario generale di “GS Flames Gold” e consigliere dell’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping; l’avvocato Monica Nassisi, presidente dell’associazione “La giusta difesa” e consulente legale dell’associazione “La caramella buona” e la docente Annalisa Alla. Hanno partecipato, inoltre, i rappresentanti delle istituzioni scolastiche, una rappresentanza del Terracina Calcio e dell’associazione di promozione musicale “The Lab”.

Il progetto illustrato intende proporre nelle Scuole primarie (5ª classe), negli Istituti scolastici di primo e secondo grado in ambito nazionale e in ogni centro di aggregazione giovanile, percorsi di educazione e formazione anche a carattere interdisciplinare sulle seguenti tematiche: valorizzazione delle attività ludico-motorie a supporto degli allievi, per potenziare una “cultura del benessere” e acquisire stili di vita che comprendano l’importanza della pratica sportiva a scuola; promozione di percorsi interdisciplinari che aiutino gli allievi, attraverso l’educazione motoria, a comprendere il significato di azioni volte a contrastare comportamenti devianti quali il bullismo, il cyberbullismo, la violenza e la violenza di genere, il doping e il razzismo; organizzazione di eventi e spettacoli pensati per sensibilizzare adolescenti e ragazzi, sottolineando l'importanza delle manifestazioni artistiche, in particolare della musica, quale momento di aggregazione e inclusione sociale; Best Practices per la prevenzione e il contrasto a bullismo e cyberbullismo; donazione agli Istituti Scolastici del software gestionale “Ethical”, quale strumento pratico di lavoro ideato dall’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping per le attività del dirigente scolastico e del Referente per il cyberbullismo; consegna di un attestato di “Compliance Etica”, da parte del “GS Flames Gold” e del su menzionato Osservatorio, al completamento di quanto previsto nella piattaforma “Ethical”.

“Voglio ringraziare tutti i relatori che sono intervenuti a testimoniare la loro esperienza e la loro professionalità – ha detto il vicesindaco Tintari – La passione e il grande impegno profusi nella lotta a questi comportamenti devianti costituisce un esempio di enorme rilevanza per la nostra comunità. Come Amministrazione Comunale, fin dal primo giorno lavoriamo per ‘fare squadra’ contro il bullismo e il cyberbullismo, coinvolgendo tutti gli esponenti delle istituzioni e della società civile, famiglie, scuole, associazioni sportive e di volontariato, e tutti coloro che non intendono accettare una società composta di bulli e di bullizzati. A tal proposito, contiamo di istituire, presso i locali del centro ‘Nadyr’ di via Pantanelle, già dalla prossima e per due volte a settimana, uno sportello di supporto alle scuole”.

“Ringrazio di cuore l’Amministrazione Comunale di Terracina, nonché il Terracina Calcio e ‘The Lab’, per la grande sensibilità mostrata verso questa importante tematica e per l’adesione alla nostra iniziativa – le parole dell’avvocato Nassisi – La nostra associazione opera in tutta Italia, ma tenevo particolarmente a realizzare questo progetto nella città dove ho iniziato la mia attività. La mia esperienza nasce sul campo, attraverso assistenza e sostegno alle vittime di bullismo e violenza. Un lavoro che richiede grande empatia e sensibilità, in quanto per me è stato necessario imparare il linguaggio con cui arrivare a loro e farmi capire, in quanto per esse è molto difficile anche il solo raccontare le vessazioni e le violenze subite, pertanto è fondamentale ascoltarle. Recuperare ragazze e ragazzi vittime di bullismo necessita di un percorso di sostegno molto complesso, volto soprattutto far ritrovare loro l’autostima. La scuola, lo sport e la musica possono essere di grandissimo aiuto in tal senso, in quanto sanno come coinvolgere questi ragazzi mediante un confronto pulito in cui ognuno di essi viene accettato, rispettato e premiato per la sua unicità e le sue caratteristiche individuali, rendendolo orgoglioso di questo. Solo così possiamo sconfiggere il bullismo”.

Staff del sindaco di Terracina

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK