Rimani sempre aggiornato sulle notizie di terracinanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Incredibile episodio durante gli scioperi contro i negozi a marchio AW Lab e Bata

| di UilTucs Latina
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
Sciopero uiltucs

Ieri mattina, mentre continuava il volantinggio a Terracina e Fondi, dove la cooperativa è presente con altre attività, il rappresentante dell’impresa sig. Mario Trulli. irrompeva sul suolo pubblico di Terracina dove erano esposte bandiere striscioni e slogan; gli strumenti della Uiltucs Latina, con celerità, venivano sottratti dall’imprenditore in questione ed occultati. Intervenivano gli agenti del commissariato di polizia, i quali identificavano il Mario Trulli, che al nostro arrivo era andato già via occultando le nostre bandiere striscioni e slogan. Questa è la risposta del sign mario trulli titolare della coop in liquidazione.

Come categoria sindacale, intorno alle 11.00 di ieri domenica 14 aprile, siamo stati avvertiti che il Sign Mario Trulli successivamente individuato ed accertato dalla Volante del commissariato di Terracina toglieva con molta celerità le Bandiere Striscioni e Slogan esposti nelle zone antistanti ai negozi aree comunque pubbliche, non di proprietà, ai negozi a marchio BATA ed AW LAB. Venivamo avvisati essendo su Fondi con le lavoratrici a fare VOLANTINAGGIO sulla questione, siamo arrivati a Terracina sul posto dove abbiamo trovato  solo gli operatori del Commissariato i quali ci hanno messo a conoscenza che il Sign MARIO TRULLI era andato via dopo le rilevazioni di rito, a nostra richiesta del materiale lasciato esposto come da prassi BANDIERE STRISCIONI E SLOGAN PLASTIFICATI,  non vi era traccia, tutto scomparso!  oltretutto esterefatti all’affermazione di un agente di polizia il quale ci ha detto che il MARIO TRULLI ha posizionato tutti 8 nostri mezzi per manifestare in macchina per portarli via dal luogo, può apparire una favola ma tutto vero, l’imprenditore ha staccato con forza bandiere strisciioni e slogan per impedire la nostra protesta in nostra assenza durante il volantinaggio su Fondi, ha messo tutto in macchina sottraendo i nostri  mezzi di protesta. 

Non esiste traccia delle nostre bandiere e striscioni, ha portato tutto via in presenza di tanti passanti e commercianti i quali hanno assistito alla tanta crudeltà e velocità di sottrarre e rubando  i nostri mezzi comunicativi della vertenza in atto. 

Un atto incomprensibile del rappresentante dell’impresa Mario Trulli, il quale denunceremo nell’immediatezza in questura per il furto di materiale posizionato sul suolo pubblico, materiale di nostra proprietà sottratto per un vero e prorio atto di forza non di competenza del Sign Mario Trulli rapppresentante della soc coop che stiamo contestando da giorni. 

Per la Uiltucs Latina questo ennesimo atteggiamento del Sign TRULLI come altri già denunciati dalle lavoratrici configurano e confermano l’identita ed il modo in cui opera la Soc Coop Aventador  in Liquidazione facente capo a Mario Trulli, asportare, nascondere e togliere sul suolo pubblico i nostri mezzi di protesta NON RISOLVONO I PROBLEMI CHE LA SOC AVENTADOR HA CAUSATO A TANTE LAVORATRICI CHE LAVORANO NEI NEGOZI A MARCHIO AW LAB E BATA. 

Come Uiltucs  Latina ancora oggi più sconcertati per aver subito un furto su mezzi comunicativi di protesta da un Sign Mario Trulli il quale ad oggi latitante al dialogo, da Venerdi che viene chiamato dalle forze dell’ordine per aprire un confronto, invece oggi improvvisamente irrompe su Terracina rubando ed asportando le bandiere e striscioni  della Uiltucs Latina, consapevoli dell’accertamento della Volante i quali hanno constatato l’appropriazione dei nostri mezzi da parte del Sign Trulli Mario procederemo a seguire nella giornata di domani con le varie denunce in Commissariato per il recupero nonche’ l’atteggiamento antisindacale del Mario Trulli osservato e constatato durante le operazioni di sottrazione dei mezzi di protesta. 

Alle lavoratrici continua ed aumenta in queste ore la solidarietà anche a fronte di tale furto ed occultamento dei nostri strumenti dimostrativi, aver ostruito la nostra protesta di oggi  non cambia il nostro percorso, non avere il dialogo come proposto da giorni dalla Uiltucs Latina, nonché assistere  a questo atto ancora persecutorio e non risolvibile adottato oggi dal rappresentante aziendale non risolve il problema accertato anche dall’Ispettorato del Lavoro, continueremo con le nostre posizioni e con le nostre denunce, la risposta del datore di lavoro esternata con il furto dei nostri mezzi comunicativi che sino alle 11.00 erano esposti a tutela delle lavoratrici, poi rubati ed asportati dallo stesso datore di lavoro non muta e cambia  la difficile problematica, la strada della latitanza e del boicottaggio accertato dal Commissariato,  accentua le inadempienze denunciate dalla Uiltucs Latina e dalle lavoratrici, le quali ricordiamo erano sino a pochi giorni fa, prima dell’Intervento dell’Ispettorato, videosorvegliate contestate a distanza oltre che sottopagate.

Gli atteggiamenti di sottrazione dei mezzi alla nostra categoria non spaventano, nonostante il furto di bandiere e striscioni abbiamo ancora forza e riserve da esporre oltre a striscioni da scrivere innanzi ai negozi Aventador a marchio AW LAB e BATA, l’ atteggiamento di oggi del signTrulli Mario non limiterà i nostri delegati le nostre lavoratrici del settore a tornare su Terracina nel caso di mancata soluzione delle problematiche denunciate di cui alcune ancora irrisolte. 

UilTucs Latina

Contatti

redazione@terracinanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK